40Logo

Il Rotary Club Varedo e del Seveso

Distretto 2042 Italia

Storia  di un percorso lungo quarant'anni

(1978-2018)

È ardua impresa riassumere gli eventi salienti di quasi quarant'anni di instancabile attività, di un club rotariano quale il Rotary Club Varedo e del Seveso impegnato su molteplici fronti dall'impegno sociale a quello umanitario, dalla promozione dell'arte e della cultura alla valorizzazione delle eccellenze del territorio, fino alla raccolta fondi ed altro ancora.
Quando ho intervistato i soci storici Giampiero Mornatta, Gianni Amitti, Carmelo Alberio, Francesco Zefferino per raccogliere informazioni sulla storia del club, il loro entusiasmo e la ricchezza dei contenuti trasmessi sono stati tanto imponenti e travolgenti, da farmi quasi desistere dall'intento.
Nel lontano 1978, anno della prima Presidenza del compianto ex socio Sedeca  Piero Parini, il club si è contraddistinto per lo spirito di servizio, la coesione dei soci, l'armonia tra sodali, la ricchezza e l'innovazione progettuale, all'insegna del motto rotariano: «Fare bene il bene».1 
Piero Parini, ex colonnello, ha traghettato con passione la nascita del club dal Sedeca con i soci fondatori Domenico Agnifili, il compianto Carletto Verga,2 Renato Mariani, Lino Lesma. Dalle prime appassionate riunioni al Leonardo da Vinci a Milano fino alla sede attuale, dal 1988 presso il ristorante Il Cavaliere a Paderno Dugnano, il cammino è stato lungo, faticoso ma ricco di soddisfazioni e di successi conseguiti. 3
In una società come quella attuale, liquida e mobile, laddove rapidità e concisione sono imperativi categorici, penso che i seguenti punti possano riassumere nel ristretto spazio a disposizione le caratteristiche del Rotary Club Varedo e del Seveso nella sua evoluzione storica, come una sorta di stimmung per la memoria, quali valori fondanti:

  • amicizia e rispetto tra i soci sono valori prevalenti e vanto del club, dalla sua fondazione e mai contraddetti; anche gli aspetti critici e di contrapposizione sui temi hanno acquisito sempre un significato costruttivo. L'amicizia si è consolidata nel tempo, con le tante uscite, le domeniche insieme, con l'emozione dei viaggi ad Amsterdam, a Cascais;4

  • soci-socie di élite sono l'altro aspetto significativo; la qualità degli aderenti, rappresentativi delle eccellenze nelle varie professioni sul territorio, è peculiarità del Rotary Club Varedo e del Seveso con un'apertura anche alla componente femminile e il consolidarsi del senso di appartenenza, grazie alla frequenza delle conviviali ed alla presenza dei soci alle stesse;5

  • l'alto tasso di progettualità; i progetti realizzati sono così innumerevoli, che la scelta è impari. Pietre miliari sono senz'altro, a detta degli stessi soci fondatori, il progetto Cascina Biblioteca nel Parco Lambro, per cui il Club è stato insignito dell'Ambrogino d'oro nell'82, unico club rotariano che può vantare tale onorificenza milanese; il Premio Testimonianza di vita, il servizio Tele-Salvavita, le attività internazionali con i progetti EndPolionow, Aquaplus, Tanguiétà, il Progetto Platone 2000, le Rotariadi, gli Scambi Giovani dell'infaticabile Enrico Cavallini e tanti altri…6

  • la concretezza è altro valore, che si materializza nei tanti segni tangibili, nei monumenti eretti grazie al finanziamento del Rotary Club Varedo e del Seveso: come quello realizzato a Piazza Esedra a Cesano Maderno con l'Arma dei Carabinieri, sotto la Presidenza di Francesco Zefferino; il restauro della chiesetta di Binzago, l'erogazione di borse di studio per giovani promettenti laureati, la realizzazione di molteplici conferenze, con la presenza di relatori insigni quali monsignor Ravasi, Cesare Romiti, Massimo Cacciari, solo per citarne i primi in ordine cronologico.

 

Una conclusione del racconto? Non sembra possibile chiudere questi primi quarant'anni di attività, l'epilogo è anche il nuovo promettente inizio di tante altre iniziative, di altra strada e cammino da percorrere insieme, per chi è già socio e per quanti vorranno onorarci della loro presenza, entrando a far parte di un club davvero unico ed esemplare.

Rossana Veneziano
Presidente A.R: 2018/19

del Rotary Club Varedo e del Seveso


1 - L'espressione è stata particolarmente cara all'efficiente leadership di Giorgio Vago, Past President 2014/15.
2 - Cfr. la relazione Per Carletto Verga, qui in allegato.
3 - Per una ricostruzione in dettaglio degli eventi, cfr. Aa.Vv., Rotary Club Varedo e del Seveso. Venticinque anni dalla fondazione(1978/79-2003/04), Grafiche Scotti, Cesano Maderno 2004, pp. 88. Il testo a cui si rinvia in allegato, che riporta analiticamente le varie iniziative, le testimonianze dei soci storici e fondatori, l'elenco degli incarichi, verrà citato con la sigla RV.
4 - Il Rotary Club Varedo e del Seveso è gemellato con il Club Gemello di Cascais in Portogallo, presso cui alcuni soci in rappresentanza sono stati graditissimi ospiti nel 2003, cfr. RV, p. 78.
5 - Cfr. per gli incarichi, RV, pp. 84-5.
6 - Cfr. RV, pp. 11-82.

 


 

 pdf  "Per Carletto Verga"
loader

banner gero

 
Sede

Ristorante "Il Cavaliere"
Via Mazzini, 144 - 20037
Paderno Dugnano (MI)
Tel / Fax +39 02 9182387

email: info@rotaryvaredodelseveso.it

COOKIE POLICY

© 2022 - Tutti i diritti riservati.
web by SOFOS Italia